Hockey day at the University of Dar Es Salaam

Sabato 24 maggio abbiamo inaugurato il campo da hockey all’università di Dar es Salaam con un triangolare tra la squadra maschile della Scuola Secondaria di Makongo, la squadra maschile dell’Università e la squadra femminile (composta per la maggior parte dalle ragazze nuove, alcune ragazze della squadra dell’anno scorso e alcune studentesse del’università di Dar Es Salaam). Con noi anche una nuova entry, direttamente dall’Australia, Kimberley, anche lei giocatrice amatoriale di hockey, che si trova a Dar per lavorare con un’ong.

Il torneo è stato vinto, anche se di poco 🙂 dalla neonata squadra maschile dell’Università, che ha battuto in finale la squadra femminile per 1 a 0. Mannaggia! Ma ci rifaremo alla prossima!

E’ stata una bellissima giornata di sport e divertimento, iniziata al mattino presto per tagliare l’erba del campo (concessoci dall’Università) con la mitica macchina (dell’anteguerra) per tagliare l’erba che degnamente ha fatto il suo lavoro tenendo duro fino all’ultimo! Rastrello e secchielli in mano per raccogliere l’erba tagliata, e via, dalle 9 del mattino alle 3 del pomeriggio a lavorare tutti insieme con i ragazzi dell’università per “costruire” il nostro campo.

 Tagliata l’erba, abbiamo disegnato le linee del campo (un po’ approssimative) con la calce; e preso in prestito le porte dal campo dell’handball. Ed ecco fatto , campo pronto per iniziare a giocare!

Nel frattempo la squadra femminile e la squadra maschile della scuola secondaria di Makongo sono arrivate e, con un ritardo accettabile di un’ora (che in Africa è praticamente come essere puntualissimi! :D) si è iniziato a giocare!

La prima partita tra i ragazzi della scuola di Makongo e le ragazze è finita in parità, la seconda tra Makongo e University of Dar è finita 2-0 per la nuova squadra degli studenti dell’Università, che alla fine hanno vinto il torneo battendoci anche a noi donzelle, per 1 a 0.

Sul piano tecnico non c’è molto da dire, certo non si è visto il livello di hockey dei campionati mondiali; ma la cosa che c’è da dire è che sabato c’erano più di 50 tra giocatori e giocatrici per la maggior parte totalmente nuovi, che hanno iniziato da poco a giocare, grazie al progetto che stiamo portando avanti di diffusione dell’hockey tra i giovani.

Un ringraziamento particolare va a TK Germany che ci ha regalato 100 bastoni (che li vedete nelle foto) e 50 palline per supportarci in questo nostro progetto.

P1000401 P1000397

In questi due mesi e mezzo passati, 13 nuove ragazze sono entrate a far parte della squadra femminile che si allena a Magereza (vicino alle prigioni); alcune ragazze della squadra dell’anno scorso stanno continuando a giocare anche tra impegni famigliari e di lavoro, una squadra maschile è nata nella scuola secondaria di Makongo e all’incirca 30 studenti universitari (a maggioranza uomini ma qualche donna coraggiosa c’è pure) si stanno entusiasmando all’hockey.

I passi del prossimo mese che sta per iniziare sono: fabbricazione di uno stock di bastoni con legno locale da parte dei carcerati della prigione di Dar Es Salaam (Magereza in swahili vuol dir prigione) che verranno utilizzati per insegnare hockey ai bambini dagli 8 agli 11 anni di 3 scuole primarie della zona di Magereza, attorno alle prigioni.

E’ uscita una campagna di raccolta fondi per sostenere la produzione di bastoni locali e l’insegnamento nelle scuole. Spargete la voce, tra i giocatori di hockey e non, se ognuno contribuisce con un piccolo aiuto, insieme si può davvero aiutare a diffondere non solo l’hockey, ma la cultura dello sport in generale, in una società che ancora non offre molte possibilità (e soprattutto non a tutti).

Per avere maggiorni informazioni sulla campagna “HOCKEY KIT” e…per donare 🙂 clicca qui!

Valentina

ENGLISH VERSION!

Saturday 24 of may we have inaugurated the “new” pitch hockey at the University of Dar Es Salaam with a small tournament played by the teams of Makongo Secondary School (men), University of Dar Es Salaam (men) and the women team (composed in the majority by new players who started to play a couple of months ago, some of the players from the team of the last year and some students from the University).

The winner of the tournament has been the newborn University men team, which has defecate the women team in the final for 1-0. (But we want the revenge! J)

It has been a fantastic day of sport and fun, started in the early morning cutting the grass of the pitch (granted from the University of Dar Es Salaam). God bless the old mower that unfailingly has helped us to cut all the grass till the last blade! So, with rakes and buckets in our hands, from 9 am to 3 pm we worked hard all together with the help of University students to “build” our hockey pitch.

With a resonable delay of one hour on the planning time, in the afternoon we started playing the first match where the Makongo Secondary School and the Women team faced each other in a intense match that finish with no winner. In the second match, the University men team has defeat Makongo for 2-0; and also won the last match against us women, for 1 to 0. (but the next time we will win, promise!! Eheh)

The most beautiful thing was that on Saturday there were together more than 50 players (among men and women), the most of them joined this sport not more than 2 months ago, thanks to project of hockey diffusion among youth that we are carrying on in collaboration between COPE ngo, Tulime Onlus and the Tanzanian Hockey Association and thanks to the support of many friends all around the world!

A special tank go now to TK Germany which has donated us 100 wood sticks (those you can see in the pictures) and 50 balls to start hockey with youth that have been divided between schools and University.

In these past two months and a half, 15 new girls have started to play in the team that now is training in Magereza (nearby the Prisons); some others new players from the team of the last year still are training sometimes struggling with work and families responsibilities; a boy team has been raised at the Secondary School of Makongo and more than 30 students at the University of Dar joined the hockey team and are really enthusiastic (even if there are still few girls!).

The project next steps of the incoming month will be: the production of 100 sticks with local wood by prisoners incarcerated in the Main Prison of Dar Es Salaam (Magereza in Swahili means prison), that will be used to teach hockey to children from 8 to 11 years old in 3 primary schools nearby the Prisons.

We had recently published a fund raising campaign in order to economically help the production of local sticks, the purchase of balls and a small pocket money for the women players who will be the hockey teachers for children (economic empowerment=social development).

SEE THE “HOCKEY KIT” FUND RAISING CAMPAIGN HERE!

If you like our project and you want to support it, help us spreading the voice among friends, hockey players and not! If everybody makes a small contribution, together we can really have an opportunity to spread hockey among Tanzanians youth, and the sport culture more generally in the Tanzanian society!

Asante sana

Valentina

 

NEW YOUNG HOCKEY PLAYERS FOR TANZANIA!

Da poco più di un mese son riprese le attività del progetto “Tanzania Hockey for Development”, promosso da COPE, TULIME in collaborazione con la Federazione di Hockey Tanzaniana, che ha raccolto e sta raccogliendo sostenitori e amici in tutto il mondo. Le cose da fare sono molte, le idee anche, l’entusiasmo c’è pure!

Per adesso gli allenamenti della squadra femminile si sono spostati nella zona di Ukonga, vicino alle prigioni di Dar Es Salaam, dove c’è un campo in terra battuta che è utilizzato dalla squadra maschile delle guardie carcerarie per giocare a hockey su prato. Vista la possibilità di usare il campo e il fatto che l’hockey è già conosciuto in questo quartiere della città, l’idea di concentrare gli allenamenti qui ha l’obiettivo di creare interesse nella comunità circostante, coinvolgendo giovani ragazze che abitano nei dintorni.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAE’ bastato andare tutti i giorni al mattino presto al campo, fare allenamento con un paio di ragazze, iniziare a spargere un po’ la voce in giro, dare il compito ad ogni nuova ragazza che si aggiunge di portare un’amica… in un mese son partita con tre ragazzine e adesso sono in media 12 ad ogni allenamento, con anche due ragazzi che si sono aggiunti alla comitiva.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAVai alla photo gallery per vedere più foto! April 2014: New girls playing hockey in Tanzania!

Nel frattempo, abbiamo anche iniziato le prime lezioni di hockey nella scuola primaria internazionale di Dar Es Salaam, “International School of Tanganyka”, grazie al grande supporto della professoressa di ginnastica Ruth, che fin da subito si è dimostrata disponibilissima ad accoglierci ed aiutare il progetto! Alle lezioni ha preso parte anche per la prima volta come “mwalimu msaidizi” (aiuto maestra), una ragazza della squadra, Pendo, che ci aiuta nell’ allenamento con i bambini, sperimentandosi anche con l’inglese! Inoltre l’hockey è sbarcato anche nella scuola secondaria di Makongo, vicino all’altro campo da hockey di Lugalo (sempre in terra battuta), dove Mnonda Magan, l’allenatore della squadra maschile TPDF e mio collaboratore per la squadra femminile, sta seguendo un gruppo di ragazzini.

A maggio inizieremo il corso di formazione per un gruppo di giocatrici (e alcuni giocatori) per diventare loro maestri di hockey e andare nelle scuole a insegnare. Le scuole già sono state contattate e sono pronte, si tratta in totale di 4 scuole primarie pubbliche, 3 scuole secondarie, 2 scuole internazionali. Inoltre a breve inizieremo lezioni anche nell’Università di Dar Es Salaam.

La produzione di bastoni locali è già iniziata, per adesso un primo set di 15 bastoni è in fase di produzione. Inoltre grazie ad un contributo della TK dalla Germania in collaborazione con la Federazione Internazionale e la Federazione Africana, ci sono stati donati 100 bastoni di legno per adulti e 50 palline, che verranno distribuiti tra la squadra femminile e quella maschile e serviranno anche per iniziare le attività nelle prime scuole e all’università. Rimane comunque l’obiettivo di costruire bastoni in loco per le attività con i bambini, i contatti sono già stati presi con il Carcere di Dar Es Salaam per iniziare la produzione di bastoni da parte dei carcerati e stiamo aspettando il permesso per andare direttamente nella falegnameria del carcere per produrre il primo prototipo.

Il progetto va avanti, piano piano cerchiamo di aggiungere tutti gli ingredienti in questa ricetta che speriamo porti alla creazione di un sistema di diffusione di questo sport tra i giovani tanzaniani e porti la gente a conoscerlo e a sostenerlo.

Fino ad adesso abbiamo ricevuto il sostegno di moltissimi amici, con la vendita dei calendari abbiamo ricavato oltre 4 mila euro, ma c’è ancora molto da fare per raggiungere tutti gli obiettivi!  Oltre ai contributi spontanei di coloro che vengono a conoscenza dei nostri progetti, saranno implementate altre idee e attività promozionali per animare la raccolta fondi, so stay tuned!

Vale

ENGLISH VERSION:

It’s been little more than one month since “Tanzania Hockey Project”, promoted by CO.P.E and TULIME ngos in collaboration with the Tanzanian Hockey Federation, which gathered support from friends all over the world, resumed its activities. Lots of things to do, many ideas too, and a lot of enthusiasm!

Women training sessions moved to Ukonga area, close to Dar es Salaam prisons, on a sand and gravel pitch used by prison men guards’ hockey team. Having the possibility to use the pitch and considering that hockey is already known in this area of the city, the idea is to create interest among young people in this area of the city and fund a women team here. Practices start at dawn, as soon as the sun rises up…

 OLYMPUS DIGITAL CAMERA

We just started coming to the field working out a couple of girls, spread the voice around, instruct any new player to bring at least one friend. In one month we have now an average of 12 girls per practice, plus two boys who joined the group.

 OLYMPUS DIGITAL CAMERA

to see more pictures, visit the photo gallery “April 2014: new girls playing hockey in Tanzania!”

In the meantime we started hockey lessons at the primary institution “International School of Tanganyka”, thanks to the great support received from the stuff, especially Ruth and Neil, professors of physical education, who embraced us from the beginning. Lessons were also run for the first time by a member of the women team, Pendo, in her new role of “mwalimu msaidizi” (professor assistant), helping us in teaching children and also improving her English! J

Moreover hockey lessons have been started at the secondary school in Makongo, close to the pitch in Lugalo area, where Mnonda Magan, men’s coach and my assistant with the women’s team, has started hockey trainings with a group of kids . In May we’ll start a coaching training course for a group of men/women players, in order to form new hockey coaches to then expand school lessons. Schools have already been contacted and they’re ready to welcome us, they’re 4 primary public schools, 3 secondary ones and 2 international institutions, furthermore contacts are already in place with the university of Dar es Salaam.

Local hockey sticks are being made, for now 15 samples. We received also support from TK Germany in collaboration with International Federation and African Federation, we received a donation of 100 wooden sticks and 50 hockey balls, to be used for men/women hockey teams, and to start activities in the first schools. Thank you very much! Locally made sticks will remain the core tool to bring hockey in the schools, and contacts are already in place with authorities to use the prison carpentry as production center for this equipment.

Step by step we’re adding all the ingredients to the mix to hopefully create a sustainable system to grow this sport among young Tanzanians, so that people here can get to know and support it. Obviously we still need resources to keep alive the program, to continue with trainings, organize road games, sticks production, pocket moneys for coaches to reimburse they’re trips to schools for the hockey lessons.

So far we received a lot of support from friends and well-wishers, collecting more than 4 thousand Euros through calendar sales. More activities and ideas will follow, stay tuned!

Vale